Lettera ai Soci SIPAOC

Sassari 10 dicembre 2007

Carissimi soci,

 

nell’ambito del 17° Congresso Nazionale, tenutosi a Lamezia Terme, sono state rinnovate le cariche sociali per il quadriennio 2006-2010. Il nuovo Consiglio Direttivo, profondamente rinnovato, risulta composto da: Guido Bufano, Anna Caroli, Antonello Carta, Giuseppe Cringoli, Floro De Nardo, Giovanni Filippini, Giovanni Garippa, Guido Leori e Bruno Ronchi.
            Subito dopo l'elezione i neo Consiglieri hanno tenuto la prima riunione del Direttivo nel corso della quale sono state attribuite le cariche sociali. Giovanni Garippa, dell'Università di Sassari, è stato eletto Presidente, Guido Bufano dell’Università di Bari Vice-Presidente, mentre Antonello Carta di AGRIS Sardegna, è il nuovo Tesoriere della Società.
            Dopo un caloroso ringraziamento a tutti i soci per la fiducia accordata, il neo direttivo ha espresso innanzitutto un affettuoso ringraziamento alla Presidente uscente Emilia Duranti che con tanta passione ed impegno ha condotto la società nel corso del suo mandato nonché al Vicepresidente Santo Caracappa e ai consiglieri Luigi Chiofalo e Giuseppe Pulina per il contributo dato. Un particolare ringraziamento è stato espresso a Mario Pietrobelli storico tesoriere della società nonchè componente del Comitato di Redazione della Rivista “L’allevatore di Ovini e Caprini” insieme a Giuseppe Pulina e al Vicedirettore Santo Caracappa. Infine un sentito ringraziamento è stato rivolto a Carmen Casoli che ha efficientemente retto la segreteria della società negli ultimi quatto anni. A tutti loro va l’invito affinché continuino a partecipare attivamente alla vita della società.
            L’attività del nuovo direttivo è stata intensa e fin dalla prima riunione é emersa la volontà di stimolare ulteriormente l’integrazione tra le due “anime” della società, avviata peraltro durante il precedente quadriennio. E’ intenzione, già in occasione del prossimo Congresso Nazionale, integrare ulteriormente le sessioni di patologia con quelle di zootecnica e viceversa, per stimolare ulteriormente la coesione tra le diverse competenze presenti nella Società. E’ inoltre necessario stimolare un maggior coinvolgimento non solo della componente allevatoriale, peraltro non numerosa, che aderisce alla società, ma anche di allevatori esterni alla stessa. Ciò non solo per assolvere ad uno degli obbiettivi della società ma anche affrontare insieme le problematiche sempre più gravi che attanagliano il comparto.

            A questo proposito una delle imminenti sfide cui andranno incontro gli allevatori di ovini e caprini è rappresentata dalla nuova normativa identificabile sotto la dicitura di “pacchetto igiene”. Per fare il punto sulla situazione e nella prospettiva di predisporre delle linee guida semplici e chiare, eventualmente da pubblicare su un “volumetto” di facile consultazione, in accordo con la Facoltà di Agraria di Perugia e dell’Istituto Zooprofilattico dell’Umbria e delle Marche è stato deciso che la tradizionale giornata SIPAOC di Perugia per l’anno 2008 avrà come argomento il “Pacchetto Igiene”. Infatti sono ormai entrate in vigore le nuove regole comunitarie sulla sicurezza dei prodotti alimentari mentre sono state definitivamente abrogate le precedenti norme nazionali.
La giornata si terrà alla fine di febbraio del  2008 nella suggestiva cornice della Facoltà di Agraria di Perugia e quanto prima il programma definitivo sarà disponibile sul sito della SIPAOC.
            La Società nelle sue diverse componenti, competenze e professionalità che abbracciano tutta la filiera produttiva dei piccoli ruminanti è in grado di affrontare in maniera organica le diverse problematiche del comparto. Vi ricordo che il Presidente e tutto il CD è sempre disponibile a promuovere e organizzare, anche con l’apporto di soci od esperti su specifici argomenti, tutte le iniziative che possono contribuire al miglioramento delle imprese ovine e caprine. Sollecito pertanto tutti i soci a coinvolgere fattivamente la Società in tutte quelle occasioni (convegni, incontri, manifestazioni, ecc.) dove la stessa possa contribuire a risolvere le problematiche dell’allevamento dei piccoli ruminanti.
            Sono stati avviati contatti preliminari con le società consorelle di Spagna (Sociedad Española de Ovinotecnia y Caprinotecnia) e Portogallo (Sociedade Portuguesa de Ovinotecnia e Caprinotecnia) allo scopo di verificare la possibilità di una futura collaborazione che potrà permetterci il confronto con altre realtà e dare inizio al quel processo di internazionalizzazione della società sentito e auspicato da diverso tempo. Tale processo potrebbe successivamente coinvolgere oltre che altri paesi aderenti all’UE (Francia, Grecia) anche alcune nazioni del nord Africa quali Tunisia, Marocco, Algeria e  Libia.
             Sempre nell’ottica dell’internazionalizzazione la rivista Small Ruminant Research ha accettato di pubblicare un numero speciale contenente una selezione dei miglior lavori presentati al prossimo Congresso (tra 10 e 20) e eventualmente una newslettwer dove verranno riassunti gli argomenti delle sessioni e le iniziative prese nell'ambito del congresso. L'idea è che all'atto dell'invio del lavoro per il congresso l'autore corrispondente dia la disponibilità a scrivere un articolo per la rivista nel caso lo stesso venisse selezionato. Inizialmente dunque un referaggio interno all'associazione individua i papers candidati alla pubblicazione sulla rivista. Dal quel momento in poi il tutto si svolgerà secondo le regole di referaggio della rivista, per cui l'articolo verrà valutato da referees anonimi così come un qualsiasi altro paper.
            In particolare su queste due ultime iniziative, nell’ottica del massimo coinvolgimento e partecipazioni dei soci alle scelte della società, vi chiedo di inviare all’indirizzo e-mail della Segreteria (domizianamessina@kassiopeagroup.com) eventuali osservazioni o suggerimenti.
            E’ inoltre auspicabile che nell’arco del prossimo triennio venga ampliata la base associativa della nostra Società con particolare riguardo a giovani ricercatori e ai mondi tecnico e produttivo. Vi chiedo dunque di attivarvi per sensibilizzare colleghi, tecnici e allevatori sulla utilità di associarsi alla SIPAOC.

            Il prossimo Congresso nazionale si terrà nella seconda metà di settembre 2008 a Trezzo sull’Adda (MI) località al confine con la provincia di Bergamo. Il ritorno in Lombardia dopo oltre 10 anni di assenza ci è sembrato opportuno in considerazione del fatto che anche nel nord Italia l’allevamento dei piccoli ruminanti ha subito notevoli cambiamenti rispetto al passato, ed è caratterizzato dalla presenza di un interessante patrimonio di razze ovine e caprine, importante dal punto di vista economico, sebbene numericamente non particolarmente consistente. Pertanto tenere un congresso in un’area dove l’allevamento tradizionale dei piccoli ruminanti convive con l’allevamento ad alta specializzazione di bovini e suini può rappresentare un’opportunità di confronto tra differenti realtà zootecniche. Il comitato organizzatore invierà quanto prima informazioni più dettagliate.
            Purtroppo, nonostante i numerosi e frequenti solleciti e contatti presi già immediatamente dopo la mia elezione, a tutt’oggi la Rivista “L'Allevatore di Ovini e Caprini” non ha ancora ripreso la pubblicazione, sospesa a suo tempo (maggio 2006) a causa di un riassetto interno all’ASSONAPA, e di cui solo recentemente mi è stata confermata la volontà di riprendere quanto prima la pubblicazione.
            Non potendo procrastinare ulteriormente il disagio derivante dall’assenza di notizie, non derivante da responsabilità mie o dei componenti del Comitato di redazione di nomina SIPAOC (Ronchi, Carta, Cringoli, De Nardo), ed in considerazione dei prossimi impegni e scadenze, questa mia vi viene inviata via e-mail e compare sul sito ufficiale della società (www.sipaoc.it).
            In attesa della ripresa delle pubblicazioni de “L'Allevatore di Ovini e Caprini” e prima di intraprendere iniziative di qualsiasi tipo, tutte le informazioni relative alla vita della Società vi saranno comunicate per e-mail e compariranno sul sito della Società che vi chiedo pertanto di consultare con maggior frequenza del solito. Per cercare di trasformare in positivo questa situazione vi chiedo di inviare alla Segreteria (domizianamessina@kassiopeagroup.com) contributi scientifici, tecnici, documenti, notizie o quant’altro di interesse per la società o per il mondo allevatoriale. Il materiale, che spero arrivi copioso, sarà messo in rete in maniera tale che il sito possa surrogare anche solo temporaneamente le funzioni della rivista.
            Sensibilizzato dal tesoriere vi ricordo infine, che a partire dal 2007, la quota associativa è di € 50,00 per le persone fisiche e di almeno € 250,00 per le persone giuridiche. Il versamento potrà essere effettuato tramite bonifico sul C/C bancario intestato alla SIPAOC, i cui estremi sono riportati sulla pagina internet della società, o in contanti direttamente al Tesoriere.
Nella speranza che tutti siate riusciti a leggere questa mia lunga lettera colgo l’occasione per salutarvi cordialmente

 

            Il Presidente

            Giovanni Garippa




© Copyright SIPAOC
Societą Italiana di Patologia ed Allevamento degli Ovini e dei Caprini
top