VERBALI E DOCUMENTI

Sintesi Giornata di Studio SIPAOC
"Produzioni ovine e caprine: quale garanzia per il consumatore?"
Perugia 24 febbraio 2006


Lo scorso 24 febbraio si è tenuto a Perugia l’abituale appuntamento biennale della nostra Società, organizzato in collaborazione con Università degli Studi -Facoltà di Agraria e Facoltà di Medicina Veterinaria - e Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche. Il tema del dibattito ha riguardato la filiera produttiva e le azioni poste in essere dal mondo della produzione e dagli organi di controllo per offrire le più ampie garanzie ai consumatori sulla qualità merceologica ed igienico-sanitaria delle derrate di questo comparto.
Tutto ciò tenendo in debita considerazione l’evolversi della legislazione comunitaria che, a partire dall’emanazione del Libro Bianco sulla Sicurezza Alimentare, ha posto il consumatore al centro dell’attenzione e dell’impegno di tutti gli operatori del comparto alimentare, dei Servizi di sanità pubblica veterinaria e dello stesso mondo della ricerca.
In tale contesto un importante contributo di conoscenze, per quanto concerne gli inquinanti microbici, è stato offerto, sia dall’illustrazione delle esperienze maturate in Sardegna sulle contaminazioni microbiche dei formaggi fatta dal Prof. Enrico De Santis, che dalle sempre attuali Encefalopatie Spongiformi, trattate dal Dr. Pierluigi Acutis, il quale ha chiarito che, al di là di ogni altra possibile considerazione, non esistono ad oggi dati che colleghino il consumo di carni e formaggi ovini e caprini alla vCJD. (Variant Creutzfeldt-Jakob disease).
Altro argomento che ha fortemente caratterizzato la Giornata di Studio è stato quello del rischio tossicologico derivante da sostanze indesiderate che, presenti nell’alimentazione animale, potrebbero risultare dannose per la salute dei consumatori. Il tema, magistralmente trattato dal Prof. Agostino Macrì dell’ISS e dal Prof. Giuseppe Pulina della Facoltà di Agraria di Sassari, ha evidenziato quali e quanti possano essere gli inquinanti chimici coinvolti e quanta attenzione debba essere loro riservata. Gli stessi non sempre vengono sufficientemente valutati, probabilmente perché non c’è nell’immediato un evidente rapporto causa/effetto, né a livello dello stato di salute degli animali, né di quello dei consumatori dei prodotti da loro derivanti, che, invece, meritano una particolare considerazione per le patologie, spesso irreversibili, che, in maniera subdola e a distanza di tempo, sono in grado di determinare.
La parte conclusiva della Giornata di Studio è stata riservata alle valutazioni che il mondo della produzione – rappresentato dall’ASSONAPA, dall’ASSOCARNI e dall’UNAPOC, - ha ritenuto di sottoporre all’attenzione dei presenti. I dati più significativi, che sono emersi da quanto riportato, fanno riferimento ad un calo preoccupante del patrimonio ovino e caprino nazionale, ad un prezzo del latte alla stalla rimasto pressoché invariato da 13 anni, dall’assenza di una reale organizzazione di filiera e da una carenza, ormai cronica, di assistenza tecnica e formazione degli addetti. 
Il dr. Giampaolo Tardella dell’UNAPOC ha illustrato un Progetto che questa Organizzazione sta realizzando e che riguarda la rintracciabilità delle produzioni ovine e caprine, elemento di trasparenza e di informazione indispensabile da fornire ai consumatori per una loro scelta consapevole.

In conclusione, la qualità delle relazioni ed il numero rilevante di professionisti, ricercatori, studenti universitari ed allevatori presenti alla manifestazione, che hanno peraltro mostrato grande interesse per le tematiche dibattute, consentono di affermare con soddisfazione che, ancora una volta, la SIPAOC si è fatta promotrice con successo di un evento culturale che potrà contribuire a migliorare le produzioni zootecniche di questo comparto e ad offrire ai consumatori elementi di conoscenza tali da incentivarne i consumi.
  Il Presidente della SIPAOC
Prof.ssa Emilia Duranti



© Copyright SIPAOC
Societą Italiana di Patologia ed Allevamento degli Ovini e dei Caprini
top