VERBALI E DOCUMENTI

Soci onorari


Prof. Salvatore Manlio Balbo

  • Nato a Piazza Armerina (EN) il 21/07/1927;
  • Laureato in Medicina Veterinaria presso l'Università degli Studi di Perugia il 17/07/1950;
  • Veterinario Comunale presso il Comune di Pietraperzia (EN) 1954 e 1955;
  • Assistente e subito dopo Aiuto presso l’Istituto Sierovaccinogeno della Somalia nell’ambito dell’Assistenza Tecnica Italiana dal 1 maggio 1958 all’11 aprile 1965;
  • Assistente Titolare a seguito di Pubblico Concorso (1965), incaricato di dirigere la Sezione Diagnostica di Messina dell’I.Z.S. Sicilia dal 19 aprile 1965 al 26 febbraio 1969;
  • Dirigente della Sezione Diagnostica di Catania dal 1 luglio 1971 al 31 dicembre 1987;
  • Vicedirettore presso la sede di Palermo dell’I.Z.S. Sicilia dal 1 gennaio 1988 al 31 gennaio 1989;
  • A seguito del Concorso Nazionale Direttore dell’I.Z.S. Sicilia dal 1 febbraio 1989 al 1 settembre 1992, data del pensionamento per raggiunti limiti di età;
  • Professore incaricato stabilizzato di Parassitologia presso la Facoltà di Medicina veterinaria dal 1975 all’anno accademico 1986-87;
  • Idoneità alla Prima tornata giudizi di idoneità a professore di ruolo- fascia associati- raggruppamento disciplinare n 258 (Parassitologia- 31/05/1982);
  • Membro della Commissione F.A.O. come esperto nei seguenti paesi: Nambilla, Nigeria, Libia;
  • Membro della Commissione del Ministero della Sanità- Dir.Gen.Serv.Vet.-come esperto nei seguenti paesi: Israele, Guatemala, Honduras, Costa Rica, Colombia, Libia, Repubblica di Malta;
  • Esperto Commissione CEE per la peste bovina e la pleuropolmonite e sudativa dei bovini;
  • Già componente del C.d’A. dell’Istituto dell’Incremento Ippico della Regione Sicilia-Catania;
  • Già Componente della Consulta di Studi e Ricerche Faunistica e Venatoria dell’Assessorato Agricoltura e Foreste della Regione siciliana;
  • E’ autore di 120 pubblicazioni a carattere scientifico inerenti tutte le tematiche dell’attività istituzionale degli Istituti Zooprofilattici;
  • Socio fondatore della Società Italiana di Patologia e dell’Allevamento degli Ovini e Caprini (SIPAOC)- ne è stato segretario per 6 anni;
  • Ha organizzato a Catania il I ed il VI Congresso Nazionale della SIPAOC.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Salvatore Manlio Balbo ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Prof. Paolo Brandano

  • Nato a Sassari il 21/12/34;
  • Laureato in Agraria  presso l’Università degli Studi di Sassari;
  • Professore ordinario di Zootecnica speciale (AGR 19) presso la Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Sassari sino al 31 Ottobre 2005;
  • Docente di Zootecnica montana nel corso di laurea in Scienze Forestali e Ambientali presso la sede gemmata di Nuoro;
  • Presidente del Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie e del Corso di Laurea in Scienze Zootecniche;
  • Direttore del Dipartimento di Scienze Zootecniche dell’Università di Sassari dal 1990 fino al 2002;
  • E’ in pensione dal 01 Novembre 2005;
  • Attualmente incaricato dell’insegnamento di Zootecnica speciale I (Ruminanti) del Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie presso la Facoltà di Agraria della medesima Università;
  • Nel corso della sua carriera scientifica, ha pubblicato circa cento lavori riguardanti diversi argomenti di zootecnica, quali, in particolare, le razze e le popolazioni rustiche bovine, ovine e caprine della Sardegna, le tecniche di allevamento e la produzione della carne delle specie bovina, ovina e caprina, i pascoli e il pascolamento razionale, l’uso di concentrati nell’alimentazione degli ovini e dei caprini, l’allattamento artificiale degli ovini, e le caratteristiche del latte di capra;
  • E’ socio della Società Italiana di Patologia e Allevamento degli Ovini e Caprini da oltre 20 anni, e di essa è stato vicepresidente per un triennio;
  • E’ stato presidente della Società Italiana per il Progresso della Zootecnia per un triennio;
  • E’ socio della Associazione Scientifica di Produzione Animale dal 1975;
  • E’ stato membro delle commissioni Tecniche Centrali delle razze bovine rustiche e della specie caprina presso l’Associazione Italiana Allevatori.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Paolo Brandano ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Prof. Orazio Catarsini

  • Nato a  Viareggio (LU)  il 03.03.1929;
  • Laureato in  Medicina Veterinaria  presso l’Università degli Studi di Pisa il 16.11.1954;
  • Arrivato dalla Toscana a Messina sul finire degli anni ’50 ha percorso, presso la facoltà di Medicina Veterinaria, tutta la carriera universitaria - Assistente Ordinario, Libero Docente, Professore Ordinario – nel settore della Clinica Medica Veterinaria dove ha profuso grande impegno didattico, scientifico e di organizzatore facendola assurgere a grande notorietà e rilevanza;
  • Numerosi gli allievi che sotto la sua guida hanno conseguito le mete più ambite della vita universitaria;
  • Docente molto apprezzato e ricercatore di grande capacità e prestigio come testimoniano le centinaia di pubblicazioni dove figurano pure studi e indagini riguardanti ovini e caprini, specie per quanto attiene ai profili metabolici;
  • Notevoli, e altrettanto importanti, le responsabilità in altri campi della vita universitaria;
  • Preside della Facoltà di Medicina Veterinaria di Messina per oltre un ventennio nel corso del quale s’impegnò, fra l’altro, attivamente per la costruzione della nuova Facoltà;
  • Pro-Rettore dell’Università di Messina per 12 anni con incarichi di grande rilievo per la vita dell’Ateneo messinese;
  • Per 6 anni Presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Messina e per 6 anni componente della F.N.O.V.I. (Federazione Nazionale degli Ordini Veterinari);
  • Per 4 anni membro del comitato bio-medico del CNR;
  • Ha fatto parte della Consulta di Studi e Ricerche finalizzate delle Regioni Sicilia e Calabria;
  • Socio di Accademie e Società scientifiche nazionali e internazionali,
  • Per 7 anni è stato dinamico Presidente della Società Italiana delle Scienze Veterinarie;
  • E’ stato tra i soci fondatori della SIPAOC, più volte componente del Consiglio direttivo e Presidente della stessa SIPAOC dal 1979 al 1983, ha organizzato il 3° Congresso Nazionale tenutosi a Sassari/Alghero nel 1981.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Orazio Catarsini ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Avv.to Vincenzo Formica

  • Nato a Napoli il 22.01.1928 dalla nobile famiglia dei Baroni di Cirigliano, ivi trasferitasi nel 1500;
  • Ha compiuto gli studi presso i Gesuiti e i Benedettini;
  • Laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Napoli;
  • Ha sostenuto gli esami da Procuratore Legale a Potenza ed ha iniziato l’attività forense;
  • Chiamato alla direzione dell’azienda agricola di famiglia (Stigliano di Matera), ha rinnovato l’agricoltura e la zootecnia con nuove coltivazioni e nuove razze ovine e caprine;
  • E’ stato tra i soci fondatori della SIPAOC con L. Mura ed E. Arru ed ha predisposto lo statuto della Società;
  • Fondatore della Associazione Nazionale della Pastorizia, è stato in essa Vice Presidente e Consigliere;
  • Membro del Comitato Direttivo e della giunta esecutiva dell’AIA; veniva chiamato “l’avvocato difensore delle pecore e delle capre”;
  • Ha retto per molti anni la Sezione economica ovina e caprina della Confagricoltura;
  • E’ stato insignito con onorificenza della Agricoltura della Comunità Europea;
  • E’ stato insignito del prestigioso “Uovo d’oro”, premio Veronesi;
  • Ha tenuto per sedici anni la guida dell’Associazione Provinciale Allevatori e Unione Provinciale Agricoltori della Provincia di Matera quale Presidente;
  • Oggi continua l’attività agro-zootecnica nell’azienda diventata tutta biologica, a norme CEE, dove produce formaggi ovini e caprini, agnelli, capretti, cereali, foraggi e un compost bio dalle lettiere dell’allevamento.

 

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Vincenzo Formica ha fornito agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Prof. Carmelo Gallo

  • Nato a canicattì (AG) il 18.10.1923;
  • Laureato in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi Di Napoli (Portici) nel 1945;
  • Laureato in Medicina Veterinaria presso l’Università degli Studi di Messina nel 1948;
  • Diploma di erborista Facoltà Farmacia, Messina, 1948;
  • Assistente c/o Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia, 1948;
  • Dirige la Sezione Zooprofilattica per la Sicilia Orientale dal 1959 al 1970;
  • Direttore dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia, concorso nazionale, dal 1971 al 1985;
  • Direttore dell’Officina Farmaceutica dello stesso Istituto per la produzione di sieri e vaccini;
  • Libero Docente in Parassitologia, 1963;
  • Maturità alla Cattedra D.M. 29.X.1968;
  • Ha insegnato ininterrottamente nelle Università di Catania, di Palermo, di Mogadiscio (Somalia 1982-83-84), dal 1959 al 1995;
  • E’ autore di oltre 100 pubblicazioni scientifiche e divulgative su riviste italiane, francesi e arabe;
  • E’ stato: Presidente del Consiglio dell’Ordine dei Veterinari della provincia di Catania;
  • Presidente del Comitato Organizzatore SIPAOC;
  • Componente del Comitato tecnico-scientifico CTS dell’Osservatorio Epidemiologico della Regione;
  • Componente del Consiglio regionale Siciliano, per lo studio e la ricerca della fauna e della caccia;
  • Medaglia d’Oro per la proficua attività svolta in campo veterinario e per il contributo dato per elevare il prestigio della classe.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Carmelo Gallo ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Prof. Alfio Lanza

  • Nato ad Acireale (CT) il 23.06.1938;
  • Laureato in   Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi di  Catania il 13.11.1961;
  • Professore Ordinario di Zootecnia Speciale nella Facoltà di Scienze Agrarie dell’Università di Catania, dopo essere stato, nella stessa Facoltà, Assistente Ordinario e Libero Docente,
  • Numerosi i ruoli di docenza svolti a partire dal 1967 che hanno interessato diverse discipline del comparto zootecnico;
  • L’attività di ricerca, compendiata in quasi 150 pubblicazioni, ha riguardato i settori più qualificanti delle produzioni animali, fra cui la nutrizione e alimentazione animale, la fisioclimatologia animale e la demografia zootecnica, l’ottimizzazione di sistemi di allevamento degli ovini e caprini. Buona parte dei lavori affrontano il settore degli ovini e dei caprini in riferimento a nuove tecnologie di alimentazione e utilizzazione  di materiale genetico di pregio;
  • Diversi gli allievi che hanno raggiunto traguardi interessanti della carriera universitaria;
  • Coordinatore di numerosi progetti di ricerca regionali, nazionali e internazionali;
  • Apprezzato consulente zootecnico sia in campo ministeriale che di assessorato regionale;
  • Ha partecipato alla redazione di un Piano ovi-caprino nazionale e per la regione Sicilia;
  • Socio di diverse Accademie e Associazioni scientifiche nazionali e internazionali;
  • Direttore dell’Istituto di Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali dell’Università di Catania;
  • Dal 2004 Presidente del Corso di Laurea di Scienze e Tecnologie Agrarie dell’Università di Catania;
  • Come socio SIPAOC ha contribuito all’organizzazione del 1° Congresso nazionale a Catania nel 1976 ed ha organizzato il 4° Congresso nazionale tenutosi ad Acireale nel 1983;
  • Ha fatto parte quasi sempre, sin dalla fondazione, del Consiglio direttivo della SIPAOC di cui è membro referente per la Sicilia;
  • Dal 1994 al 1998 è stato Presidente della SIPAOC.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Alfio Lanza ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Prof. Manfredo Manfredini

  • Nato a Serramazzoni (MO) l’8 gennaio 1941;
  • Laureato in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi di Bologna il 6 luglio 1964;
  • ha afferito all’Istituto di Alimentazione Animale, Facoltà di Agraria, Università di Bologna, fino al 1985; all’Istituto di Approvvigionamenti Annonari, Mercati e Industrie degli Alimenti di Origine Animale, Facoltà di Medicina Veterinaria, Università di Bologna (istituto di cui è stato sempre il Direttore), fino al 1996; al Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale, Università di Bologna, fino al 31/10/1998;
  • E’ in pensione dal 01 Novembre 1998;
  • Professore di: Zootecnia Speciale (Facoltà di Agraria); Approvvigionamenti Annonari, Mercati e Industrie degli Alimenti di Origine Animale (Facoltà di Medicina Veterinaria); Igiene e Tecnologia Alimentare (Facoltà di Medicina Veterinaria);
  • Segretario della Commission on Animal Management and Health della EAAP, dal 1979 al 1985;
  • Autore di numerose pubblicazioni su: alimentazione della pecora da latte e qualità del latte; qualità nutrizionale di formaggi ovini; qualità della carcassa ovina e caprina; qualità della carne ovina; impiego di sottoprodotti nell'alimentazione dell'agnello pesante. qualità della carne suina (anche per la realizzazione di prodotti stagionati), bovina, equina; stima in vivo delle caratteristiche qualitative delle carcasse equine; predisposizione di una griglia di classificazione delle carcasse equine; modificazioni indotte dalla cottura secondo varie tecniche nella qualità nutrizionale delle carni di varie specie; studio delle caratteristiche compositive della carne dei principali Acipenseridi allevati in Italia.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Manfredo Manfredini ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Prof. Orlando Montemurro

  • Nato a Grimaldi (CS) nel 1921;
  • Laureato in Scienze Agrarie nel 1948 con il massimo dei voti;
  •  Nominato, in seguito a concorso, Assistente Ordinario presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Bari;
  • Incaricato per diversi anni di numerosi insegnamenti in discipline zootecniche;
  • Nel 1966, in qualità di Professore Ordinario di Zootecnica Speciale, è chiamato a dirigere l’Istituto di Zootecnica della Facoltà di Agraria dell’Università di Bari;
  • A partire dal 1975 e fino al 1985 ha ricoperto numerosi e prestigiosi incarichi, quali: componente della Commissione CEE per la sperimentazione per la “Carne Bovina”; Presidente della Commissione Tecnica Centrale del Libro Genealogico delle razze ovine in seno alla Associazione Nazionale della Pastorizia; componente del Comitato Nazionale della Sperimentazione del MAF e del CNR; Direttore di importanti Progetti Finalizzati di questi due Enti di ricerca; Presidente di molti Comitati dei Laboratori del CNR;
  • Nel 1975 gli è stata conferita la medaglia d’oro e il Diploma di 1^ classe di benemerenza per la Scuola, Cultura ed Arte;
  • Nel 1976 è stato nominato Preside della Facoltà di Agraria dell’Università di Bari per il triennio 1976/79;
  • E’ stato Direttore per due trienni del Dipartimento interfacoltà di Produzione Animale dell’Università di Bari;
  • Nel 1986 viene eletto Presidente della Società di Patologia e di Allevamento degli Ovini e dei Caprini;
  • E’ stato membro effettivo del Consiglio Superiore dell’Agricoltura;
  • Socio ordinario di moltissime Società Scientifiche e membro di importanti Accademie Italiane, fra le quali quella prestigiosa dei Georgofili;
  • Per benemerenza scientifica, ha ricevuto nel 1989 il premio internazionale per la zootecnia “Uovo d’oro”.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Orlando Montemurro ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Prof. Dionigi Mura

  • E’ nato a Sassari il 02.10.1915;
  • Iscritto alla Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Sassari nel 1936, ha frequentato come allievo interno l’Istituto di malattie infettive veterinarie, l’Istituto di Patologia e Clinica medica veterinaria dell’Università di Sassari e l’Istituto Zooprofilattico sperimentale della Sardegna (giugno 1937 - maggio 1940), conseguendo la laurea nel giugno 1940;
  • Durante il periodo della guerra (1941-1943) ha curato la preparazione di numerosi vaccini  e sieri per uso umano richiesti dalle esigenze createsi in Sardegna a causa della lunga sospensione di comunicazioni con la Penisola.
  • Comandato, nel 1943, dal Comando Militare della Sardegna, a prestare servizio presso l’Istituto Zooprofilattico di Sassari ove, dalla Sovrintendenza sanitaria dell’Isola, ha diretto un Centro per la preparazione di sieri per la immunoprofilassi umana (antidifterico, antitetanico, anticarbonchioso) data l’indisponibilità a reperire questi strumenti dalla Penisola;
  • Nello stesso periodo ha partecipato ad operazioni di guerra svoltesi in Sardegna e nel Mediterraneo ed è stato insignito della Croce al merito di guerra;
  • Dal gennaio 1944 è stato assunto dall’Istituto Zooprofilattico della Sardegna in qualità di Aiuto incaricato;
  • Nel 1947 ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia umana presso l’Università degli Studi di Sassari;
  • Nel 1952 ha conseguito la libera docenza in Microbiologia e immunologia, confermata nel 1957, e nel 1958 quella in Malattie Infettive, profilassi e polizia veterinaria, confermata nel 1963;
  • Nel 1959 è nominato vicedirettore e nell’aprile del 1969 direttore dell’Istituto Zooprofilattico della Sardegna, fino al 1979, anno in cui si è collocato volontariamente in pensione;
  • Ininterrottamente dall’aa 1950-51 è stato incaricato dell’insegnamento ufficiale di Microbiologia e Immunologia nella Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Sassari, nel 1973 incaricato stabilizzato e quindi professore associato in Microbiologia generale dal 1983 fino al collocamento in pensione per raggiunti limiti di età (1985);
  • Ha frequentato i più importanti Istituti scientifici e di ricerca italiani e stranieri di batteriologia, virologia, parassitologia e malattie infettive;
  • Ha fatto parte di diverse missioni scientifiche governative in vari Paesi d’Europa e in Oceania;
  • Ha fatto parte di Comitati di redazione di Riviste di medicina umana e veterinaria;
  • E’ stato fondatore e primo presidente della Società Italiana di Patologia e Allevamento degli Ovini e dei Caprini;
  • E’ socio corrispondente del Corpo Accademico dell’Accademia Nazionale di Agricoltura;
  • E’ stato membro, dal 1976 al 1982, in qualità di rappresentante per l’Italia, del “Comitato scientifico permanente dell’alimentazione” presso la Comunità economica europea di Bruxelles;
  • Tutta la sua attività è stata rivolta con grande passione a favore della Sardegna: ha provveduto a far ricostruire ed ingrandire la sede centrale di Sassari dell’Istituto Zooprofilattico, attrezzandolo modernamente nei vari laboratori (compreso quello chimico), a costruire un  nuovo edificio per la sezione diagnostica di Nuoro, a potenziare  la sezione diagnostica di Cagliari (rendendo l’Istituto Zooprofilattico della Sardegna uno tra i più importanti ed efficienti d’Italia), non ha cessato di esplicare la sua instancabile attività allo studio e alla risoluzione dei problemi più urgenti e gravi di ordine sanitario-sociale-economico della Sardegna;
  • Notevole il suo apporto scientifico, testimoniato da oltre 100 pubblicazioni, per la approfondita conoscenza di varie forme infettive – particolarmente della specie ovina – che ha consentito di poter realizzare – in qualche caso per la prima volta al mondo – presidi immunizzanti arrecando così un riconosciuto beneficio all’allevamento ovino, pilastro fondamentale dell’economia agro-pastorale sarda, diventato da allora punto di riferimento nazionale; oltre a ciò l’impegno scientifico ha riguardato le zoonosi più gravi e preoccupanti della Sardegna (tubercolosi, rabbia, brucellosi, amebiasi, giardiasi, echinococcosi-idatidosi) ed anche la preparazione di vaccini, sieri, prodotti antiparassitari necessari per il fabbisogno dell’Isola.
  • Con decreto del 14 marzo 1979 gli è stata conferita dal Presidente della Repubblica la medaglia d’oro al merito della Sanità Pubblica e nel 1982 gli è stata conferita dalla Repubblica francese l’onorificenza di Officier de l’Ordre du Mérite Scientifique Agricole.
  • Nel 1989 il Presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di “Commendatore”;
  • Nel 2005 il Rotary Club di Sassari gli ha conferito l’onorificenza del Premio “Parajo d’oro” dedicata alle personalità che hanno dato lustro con la loro attività alla conoscenza dell’Isola.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Dionigi Mura ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Prof. Vezio Puccini

  • Nato a Castelnuovo Berardenga (Siena) il 9/3/1930;
  • Ha conseguito la laurea in Medicina Veterinaria nel 1952;
  • Dal 1953 al 1983 ha lavorato presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata (assistente volontario, borsista, assistente, aiuto);
  • Nel 1970 ha conseguito la libera docenza in Malattie Infettive, Profilassi e Polizia Veterinaria,
  • Dal 1973 al 2002 ha insegnato "Malattie Parassitarie degli animali domestici" presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Bari;
  • Incaricato, Professore Associato nel 1982, Professore Ordinario nel 1986;
  • Ha compiuto viaggi di studio in numerosi  paesi;
  • Ha insegnato presso la Facoltà di Zootecnia e Medicina Veterinaria dell'Università Nazionale Somala di Mogadiscio;
  • Ha svolto attività didattica anche a livello extra universitario;
  • Ha partecipato con comunicazioni o relazioni a numerosi Congressi nazionali e internazionali;
  • Ha svolto ricerche su numerose patologie parassitarie (echinoccoccosi-idatidosi toxoplasmosi, leishmaniosi, trichinellosi, thelaziosi, rogne, parassitosi poco note come la miasi sottocutanea delle capre, ecc.) ma anche, nei primi anni di attività, su .malattie batteriche di notevole interesse sanitario quali il carbonchio ematico e le tossinfezioni alimentari;
  • E' autore di oltre 230 pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali;
  • Ha pubblicato una "Guida allo studio delle Malattie Parassitarie degli Animali Domestici", ad uso degli studenti e dei Veterinari pratici (tre edizioni);
  • ha curato la traduzione dell'edizione italiana del testo americano di Georgi J.R.e Georgi M."Canine Clinical Parasitology" in collaborazione con la Dott.ssa A. Giangaspero;
  • E’ Editor di un testo di “Parassitologia Urbana”, in collaborazione con la Dott.ssa E. Tarsitano;
  • E’ stato responsabile di progetti di ricerca di interesse nazionale e internazionale (Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Comunità Europea);
  • E’ stato per molti anni Coordinatore di un Corso di Dottorato di ricerca in Parassitologia e Malattie Parassitarie degli animali domestici;
  • Vice Presidente e Presidente della Società Italiana di Patologia e Allevamento degli Ovini e dei Caprini;
  • Vice-Presidente del European Working Group on Hypodermosis;
  • Componente del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Parassitologia, del Comitato Scientifico della Società Italiana delle Scienze Veterinarie e Vice-Presidente dell'Ordine dei Veterinari della Provincia di Foggia;
  • In pensione dal 2002.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Vezio Puccini ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..


Prof. Ruggero Restani

  • Nato a Bologna il 4 Settembre 1931;
  • Laureato in Medicina Veterinaria, presso l’università di Bologna, nel Marzo 1958;
  • Nell’Aprile dello stesso anno è passato alle dipendenze dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale (IZS) dell’Abruzzo e del Molise assumendo nel 1960 la qualifica di dirigente della Sezione Diagnostica di Avezzano;
  • Nel Febbraio 1967 ha lasciatol’IZS, per passare, quale Direttore delle Ricerche della Divisione Agricola e Veterinaria, alle dipendenze della Merck Sharp & Dohme (Italia) dove, svolgendo ricerche in stretta collaborazione con l’Università, è rimasto sino all’ottobre 1972;
  • Dall’A.A 1970/71 è diventato Professore incaricato esterno presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Bologna quale docente di “Malattie infettive, infestive e terapia” e di “Patologia tropicale”,
  • Dal 1972 è entrato in ruolo presso l’Università degli Studi di Bologna, Istituto di Malattie Infettive, Profilassi e Polizia Veterinaria, di cui ha assunto la Direzione dal 1982 al 1992;
  • Dal 1981 è stato nominato Professore Ordinario, titolare dell’insegnamento di Malattie Parassitarie degli Animali Domestici;
  • Dal mese di novembre 2004 è in pensione;
  • E’ stato autore di oltre 120 pubblicazioni scientifiche ed ha partecipato a numerosi Convegni scientifici nazionali ed internazionali;
  • E’ socio di numerose Società scientifiche italiane e straniere,
  • Ha il merito di aver dato vita alla Scuola di “Parassitologia e Malattie Parassitarie” della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Bologna e di aver concepito un nuovo approccio allo studio e all’insegnamento delle Malattie Parassitarie degli Animali Domestici: quello che privilegia gli aspetti pratici ed applicativi;
  • Con l’entusiasmo e la curiosità che lo hanno sempre guidato ha portato avanti  l’esplorazione e lo studio di specie animali considerate “marginali” dal mondo accademico e, tra queste, è stata privilegiata la pecora;
  • E’ stato ideatore di un Servizio Tecnico, primo in Italia organizzato e gestito dagli allevatori, per la lotta contro le malattie degli ovini e dei caprini. Dalla sua intensa ed appassionata attività di educazione sanitaria e dalla sapiente organizzazione del Servizio Tecnico, che ha operato dal 1977 al 1984, gli allevatori di ovini e caprini emiliano-romagnoli hanno potuto non solo migliorare lo stato di salute dei loro animali, ma anche prendere coscienza del loro ruolo e porsi, con pari dignità, accanto agli allevatori di altre specie numericamente ed economicamente più importanti. Inoltre il Servizio Tecnico ha rappresentato, e rappresenta tuttora, un valido esempio di assistenza tecnica intesa in modo globale e integrato;
  • l’esperienza maturata nel settore della patologia degli ovini e dei caprini gli ha consentito di essere eletto Presidente della S.I.P.A.O.C. per il periodo 1990-1994; della S.I.P.A.O.C.; è stato inoltre Socio fondatore.

Per tutti questi motivi, ma soprattutto per il lucido esempio che l’opera di Ruggero Restani ha fornito ai suoi allievi e agli utenti del settore, si propone la nomina a Socio Onorario della S.I.P.A.O.C..

 


© Copyright SIPAOC
Societą Italiana di Patologia ed Allevamento degli Ovini e dei Caprini
top